Avete un albero Bonsai e non sapete di quale specie si tratta? Allora potrete scoprirlo usando questa guida (considerando che sia una specie Bonsai conosciuta). Vi occorre solo guardare attentamente la vegetazione del vostro albero e seguire questi criteri.

Innanzitutto scoprite se avete un albero a foglia larga o un pino/conifera.

 

 

Alberi a foglia larga

Se il vostro Bonsai è a foglia larga, può essere sempreverde o deciduo.

Può anche avere foglie opposte (due foglie che crescono dallo stesso punto) o alternate.

  • Foglia larga decidua, con foglie opposte (clicca qui)
  • Foglie ampie, decidue, con foglie alterne (clicca qui)
  • Foglie ampie, sempreverde, con foglie opposte (clicca qui)
  • Foglie ampie, sempreverde, con foglie alterne (clicca qui)

 

Pini e conifere

Le conifere possono avere foglie verticillate (simili ad aghi) oppure oblunghe (a squame).

  • Conifere sempreverdi con foglie aghiformi (clicca qui)
  • Conifere con (soprattutto) fogliame a squame (clicca qui)
  • Conifere decidue con foglie aghiformi (clicca qui)

 

 

Foglie ampie, decidue, con foglie opposte

 

Acer palmatum Bonsai

Acero giapponese (Acer palmatum)

Molto popolare e di facile manutenzione con particolari foglie palmate con cinque lobi appuntiti. Ha bisogno di protezione dal forte gelo e dal sole molto intenso.

Cura dei Bonsai di Acero (Acer Palmatum).

Acer buergerianum Bonsai

Acero Tridente (Acer buergerianum)

Una specie di acero asiatico con piccole foglie con tre lobi, non totalmente resistente al gelo, ma per il resto molto facile da mantenere e robusto.

Cura dei Bonsai di Acero (Acer Palmatum).

Punica granatum Bonsai

Melograno (Punica granatum)

Una specie con fiori rossi e frutti rotondi, originaria dei paesi mediterranei. Non tollera il gelo.

 

Foglie ampie, decidue, con foglie alterne

 

Ulmus parvifolia Bonsai

Olmo Cinese (Ulmus parviflora)

Una specie robusta con una stupenda ramificazione e nella maggior parte dei casi foglie molto piccole. Non tutti sono completamente resistenti al gelo.

Cura del Bonsai di olmo cinese (Ulmus parviflora).

Zelkova serrata Bonsai

Zelkova Giapponese (Zelkova)

Una classica specie di Bonsai, che è per lo più visto in stile a scopa rovesciata delicatamente ramificata. Deriva dalla famiglia dell’olmo. La Zelkova è facile da curare e risponde molto bene alle pinzature costanti.

Cura dei Bonsai di Zelkova (olmo giapponese).

Fagus sylvatica Bonsai

Faggio (Fagus sylvatica)

Il faggio europeo dei nostri boschi è particolarmente adatto come Bonsai, ma ha bisogno di protezione dal gelo forte quando viene piantato in un vaso Bonsai.

Fagus crenata Bonsai

Faggio Giapponese (Fagus crenata)

È molto simile al faggio europeo, ma le sue foglie sono più sottili e la corteccia liscia particolarmente apprezzata è quasi bianca.

Carpinus betula

Carpino (Carpinus betula)

Appartiene alla famiglia della betulla, è molto simile al faggio ma non è un faggio in senso stretto. I fiori e i frutti sono diversi e le gemme (più piccole e rotonde) non sono come le gemme affilate a punte marroni del faggio. Quando piantato in un vaso poco profondo, ha bisogno di protezione dal gelo.

Carpinus turczaninowii / Carpinus coreana Bonsai

Carpino Coreano (Carpinus turczaninowii / Carpinus coreana)

Una specie di carpino asiatico, che ha foglie più piccole, una ramificazione più fine, tronchi nodosi molto interessanti e un bel colore rosso e giallo in autunno.

Wisteria sinensis Bonsai

Glicine (Wisteria)

Un vitigno vigoroso con foglie composte che produce lunghi viticci e grappoli penduli di fiori blu, viola o bianco (secondo la cultivar). Si tratta di una specie robusta, che ha bisogno di molta acqua in estate e non tollera gelate tardive in primavera.

Magnolia Bonsai

Magnolia stellata

Alberi con foglie abbastanza grandi che producono bellissimi fiori grandi in primavera. Secondo la cultivar i fiori possono essere bianchi, rosa, rosso scuro o viola. La Magnolia Bonsai deve essere protetta dalle forti gelate.

Malus Bonsai

Melo (Malus)

Specie con una bella fioritura e frutti. Il frutto può essere giallo o rosso, secondo la cultivar. Gli alberi sono abbastanza robusti, ma devono essere osservati frequentemente al fine di individuare i parassiti e le malattie.

Prunus serrulata Bonsai

Ciliegio giapponese (Prunus serrulata)

Un albero con un ruvido tronco scuro e una splendida fioritura rosa in primavera. I fiori si presentano a grappoli. I vecchi ciliegi giapponesi non devono subire una potatura radicale troppo pesante e possono essere soggetti a malattie fungine. La bellezza dei fiori di ciliegio è unica.

 

Prunus mume Bonsai

Albicocco da fioritura (Prunus mume)

Un classico araldo della primavera in Giappone, con fiori semplici molto profumati, bianchi, rosa o rossi, che compaiono singolarmente sull’albero senza foglie e creano un bel contrasto con i neri, tronchi nodosi. La formazione dell’albicocco è piuttosto difficile, soprattutto la potatura, perché i rami interni tendono a morire, e ramoscelli e rami sono difficili da legare, perché sono molto fragili.

Chaenomeles japonica, Chaenomeles speciosa, Chaenomeles lagenaria Bonsai

Melo Cotogno Giapponese da fioritura (Chaenomeles japonica, Chaenomeles speciosa, Chaenomeles lagenaria)

Cresce soprattutto come arbusto o con molti tronchi, queste specie producono fiori a inizio primavera. I fiori sono di colore arancione o rosso, ma alcune cultivar possono anche avere fiori bianchi o multicolori. Le foglie sono piccole, il frutto, più o meno rotondo, matura e diventa giallo in autunno.

Pseudocydonia sinensis Bonsai

Melo Cotogno Cinese (Pseudocydonia sinensis)

Una forte specie con una bella corteccia che si sfalda, foglie lucide, fiori rosa e grandi frutti gialli, lisci, di forma ovale. Dato che la ramificazione è piuttosto grossolana e le foglie di grandi dimensioni, è più adatto per i Bonsai di grande dimensione. Il melo cotogno è facile da curare, ma ha bisogno di protezione in inverno.

Quercus Bonsai

Roverella (Quercus)

Un genere con molte specie diverse (tra cui anche alcune specie sempreverdi mediterranee), la cui maggior parte ha foglie lobate. Le querce producono noci chiamate ghiande che sono racchiuse da un coperchio simile a una tazza. Sono alberi molto forti che crescono molto alti e vecchi in natura. In un vaso Bonsai le querce devono essere protette dal gelo forte (le querce mediterranee devono passare l’inverno al riparo dal gelo).

Guida per il mantenimento del Bonsai di Quercia (Quercus).

Celtis Bonsai

Bagolaro (Celtis)

Alberi con corteccia grigia e drupe rotonde, sviluppano una fitta ramificazione e foglie seghettate. Non tutte le specie bagolaro sono resistenti al gelo.
Stewartia

Stewartia (Stewartia monadelpha)

La Stewartia è originaria dell’asia orientale ed è facile da identificare per la sua corteccia arancione a falde.

 

Foglie ampie, sempreverdi, con foglie opposte

 

Ligustrum Bonsai

Ligustro (Ligustrum)

Un genere con foglie molto diverse, per lo più sempreverdi e talvolta variegate. Il ligustro ramifica bene, è facile da curare ed è robusto. Fiori bianchi e frutti neri possono crescere se l'albero non è costantemente potato.

Ligustro Bonsai (Ligustrum).

Buxus sempervirens Bonsai

Bosso (Buxus sempervirens)

Spesso utilizzato per piccole siepi, arte topiaria e come pianta in vaso. Il Bosso ha piccole foglie arrotondate di un verde brillante e una corteccia beige chiaro. La pianta è velenosa, ma può tuttavia essere infettato da diversi parassiti.

Rhododendron indicum, Rh. kiusianum, Rh. Kurume Bonsai

Caprifoglio (Lonicera nitida / pileata)

Questa specie è spesso confusa con il bosso e, in effetti, ha alcune somiglianze. I fiori e i frutti sono diversi però e il caprifoglio ha foglie più sottili e una corteccia che si sfalda in strisce. Dato che le foglie sono piccole e si può ottenere una fitta ramificazione, il caprifoglio è adatto per realizzare Bonsai molto piccoli.

Serissa foetida Bonsai

Rosa della neve (Serissa foetida)

Un piccolo arbusto del sud-est asiatico, con foglie molto piccole, piccoli fiori bianchi e tronchi con una corteccia chiara. Alcune cultivar hanno foglie variegate. Quando la pianta viene potata, emette un odore sgradevole. La serissa non può resistere al gelo e ha bisogno di temperature calde costanti. È molto sensibile alle variazioni ambientali e agli spostamenti e soffre la mancanza di luce e la bassa umidità dell'aria. Per questi motivi, non è una buona scelta per i principianti che risiedono in climi temperati.

Olea europea Bonsai

Ulivo / Olivo (Olea europaea)

Un albero mediterraneo di dimensioni medie che è stato coltivato dagli uomini per migliaia di anni. I suoi tronchi crescono molto lentamente, ma gli alberi possono diventare molto vecchi. Le foglie sono verdi lanceolate e grigiastre sulla pagina superiore e grigio argento con piccoli peli sulla parte inferiore. In primavera, grappoli di fiori giallo-bianco possono crescere, seguiti da frutti verdi o neri. L'ulivo è facile da curare, tollera la siccità temporanea, ma non può resistere al gelo. Nei climi temperati ha bisogno di un luogo al riparo dal gelo, con quanta più luce possibile.

Guida per la manutenzione di Bonsai di Olivo / Ulivo (Olea europaea).

Crassula Bonsai

Albero di Jade (Crassula)

Arbusto succulento o piccolo albero dell'Africa con foglie lucide spesse e tronchi larghi. Può produrre piccoli fiori bianchi. La crassula ha bisogno di molta luce e ama essere esposta al sole. Può vivere all’esterno durante l'estate, ma non può resistere al gelo.

Xanthoxylum piperitum Bonsai

Pepe di Szechuan (Xanthoxylum piperitum)

Un arbusto dell'Asia con foglie opposte composte. I suoi semi sono usati come spezia piccante in Asia. L'albero del pepe ha le spine e un tronco con corteccia liscia beige.

Duranta excelsa Bonsai

Duranta (Duranta excelsa)

Arbusto tropicale o albero con foglie verdi, spine e fiori azzurri. I frutti di colore giallo-arancio sono velenosi, ma alle colombe selvatiche piace mangiarli. L'albero ha bisogno di molta luce del sole, ma non tollera il gelo.

Fuchsia Bonsai

Fuchsia

Ci sono molte specie di Fuchsia, con diversi fiori colorati. Devono essere protette dal gelo.

 

Foglia larga, sempreverde, con foglie alterne

 

Ficus retusa, Ficus benjamina Bonsai

Fico (Ficus retusa, Ficus benjamina)

Un albero tropicale con foglie verdi lucide e corteccia liscia di colore grigio. Ha spesso radici aeree. Il fico è molto facile da curare e può crescere molto bene in casa.

Cura dei Bonsai di Fico (Ficus retusa / ginseng).

Carmona retusa Bonsai

Fukien (Carmona retusa)

È un arbusto o piccolo albero dell’Asia e dell’Australia, con una corteccia grigio-marrone fessurata e foglie lucide verde scuro con puntini bianchi e piccoli peli. Fiori bianchi e piccoli frutti scuri possono crescere durante l'estate. La carmona ha bisogno di temperature calde costanti e non deve essere esposta al gelo.

Cura dei Bonsai del Fukien (Carmona o pianta del tè).

Lonicera nitida / pileata Bonsai

Azalea (Rhododendron)

Ci sono molte specie e cultivar con diversi fiori molto attraenti. L’Azalea Satsuki - Rhododendron indicum – è il più conosciuto come Bonsai e offre centinaia di stupende cultivar. Anche le azalee originali selvatiche sono apprezzate. Le azalee hanno bisogno di un terreno e di un concime particolare e di acqua senza calcare (acqua piovana) e non devono essere lasciate asciugare troppo. Devono essere protette dalle forti gelate.

Sageretia theezans Bonsai

Prugno cinese (Sageretia theezans)

Arbusto o piccolo albero dell'Asia, con piccole foglie verdi lucide. Può produrre piccoli fiori bianchi e piccoli frutti neri. La corteccia è di colore marrone scuro e si sfalda in scaglie, lasciando macchie lisce più luminose. La Sageretia ha bisogno di temperature calde costanti e non deve essere esposta al gelo.

Cura del Bonsai di Sageretia Theezans (Prugno cinese).

Bougainvillea glabra Bonsai

Bougainville

È un arbusto subtropicale, un piccolo albero o una pianta rampicante dell'America meridionale. Ha foglie da ovali a lanceolate, lunghe spine e grandi fiori che possono essere magenta (nella maggior parte dei casi), ma anche bianchi, gialli o arancioni. La Bougainville ha bisogno di molta luce diretta del sole per la produzione di fiori e non tollera il gelo.

Murraya paniculata Bonsai

Gelsomino Arancione (Murraya paniculata)

È un arbusto tropicale o piccolo albero con foglie alterne composte, piccoli fiori bianchi profumati e piccoli frutti ovali arancione scuro con due semi ciascuno. La corteccia è di colore beige, quasi bianco. È necessario un luogo costantemente caldo con molta luce.

Cotoneaster bonsai

Cotoneaster

Il cotoneaster è un arbusto nativo della Cina sudoccidentale e strettamente imparentato alla specie Crataegus.

Silverberry bonsai

Eleagno (Eleagnus pungens)

L’Eleagno è una decidua o un arbusto sempreverde di cui la maggior parte delle specie è nativa dell’Asia, fiorisce e produce frutti.

Money tree

Pachira aquatica

La Pachira acquatica è una pianta da interni popolare, spesso con un tronco intrecciato. È un antico simbolo di buona fortuna e prosperità.

 

Conifere con (soprattutto) fogliame a squame

 

Juniperus chinensis Bonsai

Ginepro Cinese (Juniperus chinensis)

Una specie di ginepro con un delicato e morbido fogliame a squame, che secondo la cultivar può essere verde chiaro, verde scuro, verde bluastro e può essere più fine o più spesso. I tronchi hanno spesso forme contorte e piegate e gli esemplari più vecchi hanno parti di legna secca. Si tratta di una specie molto popolare come Bonsai. Il Ginepro cinese è facile da curare, ma non deve essere innaffiato troppo. Se l'albero è stressato, può produrre un certo fogliame giovanile aghiforme.

Cura dei Bonsai di Ginepro (Juniperus).

Juniperus rigida Bonsai

Ginepro ad aghi (Juniperus rigida)

Una specie giapponese di ginepro con foglie appuntite, che è disponibile solo in negozi di Bonsai, importato dall'Asia. L'idoneità a Bonsai e la sua cura sono simili al ginepro cinese.

Cura dei Bonsai di Ginepro (Juniperus).

Juniperus communis Bonsai

Juniperus communis (Juniperus communis)

Una specie europea con foglie taglienti, che sono più piccole e più morbide rispetto a quelle dei ginepri ad ago giapponesi. La specie è protetta e non deve essere raccolta in natura, ma ci sono cultivar nei vivai che sono adatte come Bonsai e spesso più robusti.

Cura dei Bonsai di Ginepro (Juniperus).

Picea abies Bonsai

Abete rosso europeo (Picea abies)

L'abete rosso comune è abbastanza popolare come Bonsai, in contrasto con l'abete, che è spesso confuso con esso. L'abete rosso è molto diffuso nelle foreste e montagne. I suoi aghi sono brevi e taglienti e sono collocati intorno ai ramoscelli. Le pigne sono appese (le pigne dell’abete stanno in piedi). L'abete rosso è popolare come Bonsai a causa dei suoi brevi aghi e della bella corteccia. Non è molto facile da formare, però, perché non arretra la vegetazione facilmente e i rami legati possono tornare nella loro forma originale anche dopo molti anni. I giovani abeti rossi non hanno molto carattere, ma i vecchi yamadori possono sembrare molto interessanti e possono avere delle parti di legna secca molto affascinanti. Gli abeti rossi hanno bisogno di molto sole e come Bonsai di una certa protezione durante l'inverno.

Picea jezoensis Bonsai

Abete di Ezo (Picea jezoensis)

L'abete rosso giapponese, è raro, ricercato e costoso. Ha aghi più brevi dell’abete europeo e, a volte una forma più elegante, ma ha esigenze molto simili. Esso deve essere protetto dalle forti gelate.

Taxus baccata Bonsai

Tasso europeo (Taxus baccata)

È un arbusto o piccolo albero che viene spesso utilizzato anche per siepi. Il fogliame è verde scuro e il frutto attira l'occhio con un arillo rosso brillante. Il tasso è una conifera, ma non pigne (che è una contraddizione ...). È una delle poche conifere che possono vivere all’ombra. In un vaso Bonsai deve essere protetto dal gelo forte perché le sue radici carnose sono sensibili. Tutte le parti della pianta sono velenose, l'unica eccezione sono gli arilli rossi.

Taxus cuspidata Bonsai

Tasso Giapponese (Taxus cuspidata)

È molto simile al tasso europeo, ma ha gli aghi più piccoli e più rigidi.

Cryptomeria japonica Bonsai

Cryptomeria Giapponese (Cryptomeria japonica)

Un albero originario del Giappone con un caratteristico stile eretto formale, usato nella maggior parte dei casi anche per la cryptomeria Bonsai. L'albero deve essere tenuto umido e ha bisogno di protezione dal forte gelo.

Podocarpus macrophyllus Bonsai

Podocarpo (Podocarpus macrophyllus)

Un arbusto o un albero tropicale con grandi foglie aghiformi verde scuro. Il frutto ha un arillo, proprio come gli alberi di tasso. L'albero ha bisogno di temperature costantemente calde e non tollera il gelo.

Chamaecyparis obtusa Bonsai

Hinoki Cypress (Chamaecyparis obtusa)

Albero del Giappone con delicato fogliame a squame. I Bonsai di Hinoki non devono asciugare e hanno bisogno di protezione dal forte gelo.

Chamaecyparis pisifera Bonsai

Sawara Cypress (Chamaecyparis pisifera)

Proviene anche questo dal Giappone e ci sono molte cultivar differenti offerte nei vivai. Il Bonsai di cipresso sawara dovrebbe essere tenuto umido e ha bisogno di protezione dal forte gelo.

Cedar bonsai

Cedro (Cedrus)

Gli alberi di cedro diventano alti, livellano i rami, producono cacciate dimorfiche. La pianta si è adattata a climi di montagna.

 

Conifere sempreverdi con foglie aghiformi

 

Pinus thunbergii Bonsai

Pino Nero Giapponese (Pinus thunbergii)

Un pino forte che proviene dalle regioni costiere del sud del Giappone con aghi forti e appuntiti che crescono in coppia e con un’attraente corteccia ruvida. La formazione e la cura del pino nero non sono facili perché sono necessarie tecniche speciali per ridurre la lunghezza dell'ago. Il pino nero ha bisogno di molto sole e calore e non deve essere esposto a forti gelate.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

Red pine bonsai

Pino rosso giapponese (Pinus densiflora)

Il pino rosso giapponese si trova in Giappone, Corea e Cina. In inverno i suoi aghi diventano gialli.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

Pinus parviflora Bonsai

Pino bianco giapponese (Pinus parviflora)

Un elegante specie di pino nativo delle regioni di montagna in Giappone, spesso con aghi di colore bluastro. Molto particolare è che cinque aghi crescono in un ciuffo, mentre sulla maggior parte degli altri pini crescono solo coppie di due aghi. Il pino bianco ha una corteccia liscia in giovane età, ma spesso viene innestato sul pino nero che ha una corteccia ruvida. Il pino bianco ha bisogno di un terreno ben drenante e deve essere protetto dalle forti gelate.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

Pinus sylvestris Bonsai

Pino silvestre (Pinus sylvestris)

Questa specie di pino è ampiamente diffusa in Europa ed è facilmente riconoscibile a causa della sua corteccia rossastra sulla parte superiore del tronco. I suoi aghi sono più sottili di quelli del pino mugo. Il pino silvestre è adatto a molti stili Bonsai, ha una bella ramificazione e un delicato fogliame. È facile da curare e può sopportare il gelo, ma come tutti i pini ha bisogno di molto sole e di terreno non costantemente umido.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

Pinus mugo Bonsai

Pino di montagna (Pinus mugo)

Il pino di montagna europea è adatto per scopi bonsaistici e in grado di sviluppare aghi molto corti. In natura ha spesso tronchi contorti e piegati che sono molto interessanti, il suo legno morto è bello e durevole. Il pino mugo è resistente al gelo e facile da curare, ma non deve essere tenuto troppo bagnato.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

Ponderosa pine bonsai

Pino giallo (Pinus ponderosa)

Il pino giallo è un grande pino nativo degli U.S.A., la sua corteccia permette di identificare la pianta poiché ha placche relativamente larghe con crepe scure.

Cura dei Bonsai di Pino Nero (Pinus).

 

Conifere decidue

 

Larix decidua Bonsai

Larice europeo (Larix decidua)

Questo albero cresce sulle montagne europee. Gli aghi crescono a grappoli su brevi germogli e uniformemente distribuiti su lunghe cacciate. Sono flessibili e morbidi, non pungenti. In autunno il fogliame diventa giallo e cade. Il larice è facile da curare, ama la luce del sole e può resistere al gelo. È molto adatto a diventare Bonsai.

Larix kaempferi Bonsai

Larice giapponese (Larix kaempferi)

Questa conifera decidua è molto simile al larice e ibridizza facilmente con esso. Il larice giapponese ha una forma più ampia, lunghi germogli rossicci e scaglie ampie sulle pigne.

Larix eurolepis Bonsai

Larice Ibrido (Larix eurolepis)

Un incrocio tra il larice giapponese e quello europeo. Le sue caratteristiche sono un mix tra le due specie, ma è ancora più robusto.

Taxodium distichum Bonsai

Cipresso calvo (Taxodium distichum)

È un albero del sud degli Stati Uniti e dell'America centrale, che può crescere su terreni molto bagnati. Le foglie sono alterne, di colore verde chiaro in primavera, verde scuro poi, sono molli e non taglienti. In contrasto con il larice non vi sono gruppi di aghi, ma gli aghi sono distribuiti elicoidalmente sui lunghi germogli e lateralmente sulle cacciate sui lati. In autunno il fogliame diventa bruno-rossastro, prima di cadere. Il tronco ha una corteccia rossastra che si sfalda in strisce. Il cipresso calvo cresce in stile eretto formale normalmente e questa forma è usata soprattutto per il Bonsai di taxodium. Il Cipresso calvo Bonsai deve essere protetto dal gelo.

Metasequoia glybtostroboides Bonsai

Metasequoia (Metasequoia glybtostroboides)

Questa specie viene dalla Cina e si presenta molto simile al cipresso calvo, ma ha foglie opposte. Il cipresso bianco non ama l'umidità del terreno, in contrasto con il cipresso calvo. Ha bisogno di protezione dalle gelate tardive in primavera.