Molte arti cinesi e giapponesi sono strettamente legate al Bonsai, compresi Suiseki (apprezzamento delle pietre), Ikebana (decorazioni floreali), Nishikigoi (carpe Koi), giardinaggio giapponese e vasellame.

Alberi di ispirazione

L’arte di coltivare i Bonsai ha avuto origine nell’impero cinese e, come con altre forme d’arte correlate, i giapponesi l’hanno copiata ed adattata durante il periodo Kamakura. Le forme d’arte correlate sono i paesaggi di roccia (Suiseki), l’allevamento delle carpe Koi (Nishikigoi) e il giardinaggio alla giapponese. Approfondiamo più nel dettaglio queste arti!

小品盆栽 & 豆盆栽 - Shohin significa “una cosa piccola”, indicando che può essere anche più piccola di un Bonsai. Sebbene non siano mai state formulate regole precise, un albero è considerato uno Shohin quando è alto meno di 25 cm.

Saperne di più

水 - Suiseki è l'arte giapponese di apprezzamento della pietra, che valorizza aspetti come la stabilità, la longevità e l'immortalità. Formate nel tempo dal vento e dall'acqua, le pietre possono prendere diverse dimensioni e forme, ricordandoci oggetti naturali.

Saperne di più

日本庭園 - I giardini giapponesi fanno spesso parte di monasteri buddisti e scintoisti e, pertanto, sono profondamente radicati nella religione. L'importanza della natura nelle credenze scintoiste è raffigurata negli elementi del giardino, quali laghi, alberi e rocce; gli elementi buddisti includono montagne, gruppi di pietra e mari.

Saperne di più

草もの - A volte i Bonsai sono esposti per tradizione in un Tokonoma, costituito da un albero Bonsai, uno scroll e una pianta di compagnia (che rappresentano rispettivamente uomini, cielo e terra).

Saperne di più

Impara dai professionisti

La nostra guida per principianti

Accedi Registrati