Senza dubbio il modo principale per formare un Bonsai è potarlo regolarmente. In sostanza, ci sono due tecniche diverse: la potatura di mantenimento, per mantenere e perfezionare la forma esistente di un Bonsai e la potatura d’impostazione, che prevede una potatura più rigorosa per dare all’albero la sua forma o il suo stile.

 

 

Prima di approfondire entrambe le tecniche, è utile considerare alcune informazioni di base sulla crescita degli alberi. Questo ci aiuterà a capire come potare i Bonsai più efficacemente.

Gli alberi hanno una naturale tendenza a distribuire la maggior crescita nelle parti più elevate o più esterne, che si chiama 'dominanza apicale'. Questo meccanismo naturale incoraggia gli alberi a crescere in altezza per impedire che venga ombreggiato da altri alberi concorrenti. A causa della dominanza apicale I rami più interni e bassi muoiono, mentre quelli più alti crescono a dismisura; due effetti dannosi per la progettazione dei Bonsai.

Questo importante aspetto rivela non solo l'importanza della potatura in generale, ma ci insegna anche a contrastare la dominanza apicale attraverso una potatura più aggressiva delle zone più alte e più esterne dell’albero.

 

Pruning a Ficus bonsai 

Potatura di un Bonsai di ficus

 

Parte 1: La potatura di mantenimento dei Bonsai

Come spiegato prima, gli alberi cresceranno maggiormente sulle parti superiori ed esterne; è importante potare queste aree di crescita regolarmente per incoraggiare lo sviluppo nelle zone più interne della pianta.

 

Quando potare un Bonsai?

La potatura Bonsai di mantenimento può essere fatta per tutta la stagione di crescita.

 

Come?

Come accennato in precedenza, la potatura di mantenimento è necessaria per mantenere la forma a degli alberi. Per farla, è sufficiente potare i rami / germogli che fuoriescono dalla forma desiderata utilizzando delle forbici specifiche o un normale tronchese. Non abbiate paura di potare il Bonsai, è importante, soprattutto nelle parti esterne e superiori, potare regolarmente al fine di costringere l'albero a distribuire più uniformemente la crescita e a sviluppare un denso fogliame.

Potare e impostare i Bonsai è un aspetto fondamentale del nostro corso Bonsai online. Per maggiori informazioni ed una lezione gratis, vai a Corso bonsai per principianti.

Al contrario degli alberi decidui, pini e conifere devono essere pizzicati con le mani, se si utilizzano le forbici per potare le conifere si otterranno delle punte marroni vicino ai tagli. Per evitare che ciò accada tieni la punta del germoglio tra il pollice e l’indice e con attenzione tiralo; il germoglio si spezzerà nel suo punto più debole e non appariranno le estremità marroni.

 

Pruning a pine (wrong)

Potatura di un pino (errata)

Pinching a pine (correct)

Pinzatura a mano (corretta)

 

Un altro metodo di potatura del Bonsai è la defogliazione, che consiste nel rimuovere le foglie degli alberi decidui durante l'estate per spingere l'albero a emettere nuove foglie. Questa tecnica conduce anche a una riduzione delle dimensioni delle foglie e a un aumento della ramificazione.

 

Parte 2: Potatura di formazione del Bonsai

Per dare a un albero la sua forma di base occorre spesso potare rami di grandi dimensioni. Decidere quali rami tenere e quali eliminare può essere difficile, non solo perché è un'operazione irreversibile, ma anche perché bisogna scegliere quale forma avrà l’albero. Prima di imparare di più sulle tecniche utilizzate per la potatura Bonsai, potresti voler guardare la sezione dedicata alle lavorazioni dei Bonsai di questo sito web, dove troverai esempi di potature su prebonsai di esperti coltivatori di Bonsai.

 

Quando impostare un Bonsai?

Nel complesso, l'inizio della primavera o il tardo autunno è il momento giusto per la potatura di formazione di un albero (prima e dopo la stagione di crescita).

 

Come?

Posiziona l'albero su un tavolo all’altezza degli occhi; il primo passo è rimuovere tutto il legno morto dall'albero. Ora prendi del tempo per osservare il tuo albero e decidere quali rami non rientrano nel disegno desiderato e dovranno essere rimossi. Alcune linee guida sono elencate di seguito, ma decidere in merito alla futura progettazione del vostro albero è un processo creativo, non necessariamente vincolato a delle 'regole'. Anche in questo caso, la pagina sulle lavorazioni dei Bonsai vi aiuterà a ottenere delle indicazioni per la progettazione del Bonsai, anche la pagina sugli stili dei Bonsai è utile.

 

Alcune linee guida fondamentali:

  • Se due rami partono alla stessa altezza dell'albero, mantienine uno e rimuovi l'altro.
  • Rimuovi i rami che crescono verticali, che sono troppo per essere piegati.
  • Rimuovi i rami con movimenti e curve innaturali.
  • Rimuovi i rami che nascondono la parte anteriore del tronco.
  • Rimuovi i rami sproporzionati dalla cima dell'albero, poiché rami nella parte inferiore dovrebbero essere più spessi di quelli in cima

 

La potatura di rami spessi produrrà brutte cicatrici sulla pianta, ma utilizzando uno speciale tronchese concavo si ridurrà questo effetto in modo efficace. Un albero sano non dovrebbe avere alcun problema ad affrontare la potatura fino a 1/3 dei rami. Tuttavia, quando poti in modo significativo, è importante potare le radici in parti uguali. In questo modo si impedisce all'albero di sviluppare una crescita rapida per risolvere lo squilibrio tra la quantità di fogliame e di radici. Maggiori dettagli sulla potatura delle radici si possono trovare alla pagina sulla base radicale.

Infine, si consiglia di sigillare i tagli di grandi dimensioni con la pasta cicatrizzante, disponibile presso la maggior parte dei negozi anche online di Bonsai. La pasta protegge le ferite dalle infezioni e aiuta l'albero a guarire più velocemente.